R&A Consulting
R&A Consulting

Analisi e interpretazione del bilancio d’esercizio per la gestione economico-finanziaria d’impresa

Destinatari:

  • imprenditori, neo-imprenditori e loro familiari, liberi professionisti e consulenti per le imprese
  • personale di banche, associazioni di categoria e confidi con compiti di consulenza all’impresa nell’erogazione del credito


Durata: 4 giorni d’aula suddivisi in 2 moduli da due giornate l’uno

Obiettivi:
  • determinare la capacità di reddito dell’impresa e analizzarne economicità ed efficienza della gestione
  • misurare l’elasticità dei processi gestionali aziendali
  • descrivere e misurare l’esistenza dell’equilibrio economico prospettico
  • determinare la capacità di rimborso dell’impresa e analizzare la consistenza dell’autofinanziamento
  • misurare l’effetto e le cause delle variazioni di capitale circolante netto operativo sulla liquidità
  • descrivere e misurare l’esistenza dell’equilibrio finanziario prospettico
  • valutare i processi di produzione, impiego e raccolta di risorse finanziarie all’interno dell’azienda
  • valutare natura, qualità e durata del fabbisogno finanziario d’impresa
  • valutare congruità e coerenza della struttura finanziaria adottata dall’impresa rispetto alla performance economico-finanziaria


Contenuti:
  • la documentazione: bilanci e situazioni contabili. la determinazione del data base di partenza. la logica dell’analisi della performance aziendale: le valutazioni ultrannuali
  • la misurazione e la definizione del fabbisogno finanziario d’impresa: i presupposti analitici
  • la valutazione della capacità di reddito: le misure di reddito utilizzate, il significato dell’analisi e gli strumenti utilizzati. Il conto economico scalare e multimarginale, il significato interpretativo per l’analista dei margini parziali
  • le relazioni costi-ricavi d’esercizio: il confronto nel tempo della performance aziendale
  • costi fissi e costi variabili: le determinanti della leva operativa. le valutazioni di rischiosità connesse alla composizione dei costi aziendali. La stima del punto di pareggio e le valutazioni di fattibilità dei progetti
  • la valutazione dell’equilibrio finanziario o della capacità di rimborso: la misurazione dell’autofinanziamento e la sua corretta determinazione per valutare la solvibilità
  • l’influenza delle variazioni del capitale circolante netto operativo: analisi della dimensione e della natura. Il dimensionamento di clienti, scorte e fornitori rispetto al fatturato
  • la capacità di rimborso quale capacità di autofinanziamento: l’influenza del ciclo monetario sull’equilibrio finanziario
  • la misurazione del fabbisogno finanziario e della sua variazione: l’utilizzo delle tecniche di analisi per flussi e di rendicontazione finanziaria
  • la liquidità prodotta dalla gestione corrente: l’interazione fra cash-flow e variazione del capitale circolante netto operativo
  • gli effetti sulla liquidità aziendale dei prelievi e della remunerazione dell’imprenditore
  • il fabbisogno finanziario derivante dai nuovi investimenti
  • natura, qualità e durata del fabbisogno finanziario alla luce delle tecniche di analisi e rendicontazione adottate: il giudizio dell’analista in chiave prospettica
  • la struttura finanziaria adottata a copertura: il capitale finanziario di fonte esterna, il mix capitale proprio/capitale di terzi. Le valutazioni di congruità della struttura finanziaria rispetto al fabbisogno finanziario dell’impresa